Istituto per la Ricerca Organologica e il Restauro

 

 

 

L’I.R.O.R. - Istituto per la Ricerca Organologica e il Restauro nasce nel 1986, inizialmente nella forma di cooperativa di lavoro, per coordinare le attività di un gruppo di ricercatori e restauratori operanti da anni nell’ambito degli strumenti musicali.

Nel corso di questi quasi vent’anni di storia, l’IROR ha svolto lavori, oltre che nell’ambito strettamente della ricerca, anche in ambito editoriale, promuovendo la pubblicazione di studi e cataloghi, come pure in quello dell’organizzazione di mostre specialistiche e divulgative.

Negli ultimi anni l’attività si è rivolta prevalentemente alla ricerca, oltre che in ambito storico-organologico, nei campi della chimica e delle tecnologie innovative applicate alla diagnostica e al restauro. Grande attenzione è riservata anche alla ricostruzione filologica di strumenti a pizzico e ad arco e al restauro conservativo.

Più di recente sono da segnalare l’apertura di questo sito internet ( www.iror.it ) che vuole porsi come un luogo di comunicazione dei risultati ottenuti e dell’avanzamento delle ricerche in corso, ma assolutamente aperto al contributo di tutti gli operatori del settore (organologi, liutai, restauratori...) e la creazione di una collana di pubblicazioni specialistiche (“I quaderni dell’IROR”), nella forma di pubblicazioni graficamente agili, innovative e di immediata utilità, anche se spesso di grande spessore dal punto di vista dei contenuti.

Le due iniziative saranno in realtà spesso interdipendenti: nello spirito della libera comunicazione delle conoscenze acquisite, spesso il contenuto dei “quaderni” sarà liberamente consultabile sul sito, e oggetto di pubblicazione solo per facilitarne l’utilizzo o per ottenere una maggiore diffusione o una migliore qualità grafica delle immagini.

L’I.R.O.R. è disponibile (direttamente o tramite i suoi esperti) a consulenze e collaborazioni con chiunque (enti, musei, privati, scuole...) per l’effettuazione di studi, ricerche o lavori di documentazione, restauri o ricostruzione filologica di strumenti, corsi, mostre, pubblicazioni e qualsiasi attività finalizzata alla valorizzazione del patrimonio nell’ambito della liuteria.